istantanee

Sentieri e strade laterali
per attraversare il Bosco

di

Altra proposta editoriale fuori dagli schemi dalla perugina déclic: Bosco di Antonio Vangone, la sua seconda raccolta di microracconti. Una ventata di aria fresca nel panorama letterario italiano, troppo adagiato sul consueto.

Nebraska, quattro piste
e una direzione anomala

di

Warren Zanes in Liberami dal nulla. Bruce Springsteen e Nebraska (Jimenez Edizioni) racconta tutto e di più dell’album “anomalo” e da molti considerato il vertice artistico del musicista di Long Branch.

Giù nell’universo di Fallout,
spassandosela tra mille guai

di

La striscia videoludica Fallout ha sempre flirtato con la storia USA/western. Narrando il prima e il dopo l’apocalisse, la serie omonima targata Amazon rimane altrettanto in bilico tra comicità e dramma.

L’opera oltre il possibile:
Sátántangó, l’eterno vagare

di

Cinema e filosofia: la riproposizione di Sátántangó nell‘ambito della rassegna Senza fine. Il cinema di Béla Tarr offre ampi spunti di riflessione su temi inerenti non soltanto alla materia del filmico.

Il trattato futuristico
elaborato da Stanislaw Lem

di

Finalmente tradotta in italiano Summa Technologiae di Stanislaw Lem grazie a Luiss University Press. L'opera-manifesto del grande scrittore polacco prefigura le tendenze del nostro presente e i limiti della scienza.

La triade sepolta: Béla Tarr
e le difficili dimore

di

Riflessioni sui primi lungometraggi del regista ungherese: Nido familiare, L’outsider e Rapporti prefabbricati proposti al Maggio dei Monumenti di Napoli con la retrospettiva integrale Senza fine. Il cinema di Béla Tarr.

Fiumi di storie in una coppa:
la ricerca del Santo Graal

di

Il Santo Graal (il Mulino) di Matthias Egeler ripercorre il mito dalle origini cortesi sino ai recenti sviluppi in seno alle logge massoniche e al fantomatico “Priorato di Sion”.